Il 75% delle aziende userà gli strumenti di collaborazione online nel 2013 [Infografica]

La collaborazione online è diventata un fenomeno sempre più rilevante, ad evidenziarlo ci ha pensato Clinked con una nuova infografica. Ma perché le aziende utilizzano gli strumenti di collaborazione online? Scopriamolo insieme.

La maggior parte delle aziende è consapevole che gli strumenti per la collaborazione online possano rappresentare una soluzione a metodi di lavoro inefficenti, ma nonostante questi servizi siano presenti ormai da anni, per vari motivi, non sembrano mai aver preso piede. Almeno fino ad oggi.

collaborazione

Secondo un recente report di “McKinsey” è emerso che i dipendenti impiegano 28 ore settimanali a scrivere e-mail, ricercare informazioni ed a collaborare internamente.

A quanto pare, la maggior parte di noi preferisce utilizzare la posta elettronica piuttosto che parlare a voce con un collega, con la conseguenza che un’azienda come “Debenhams” deve immagazzinare circa 13.800.000 nuove e-mail al mese – una cifra che è in aumento del 20% annuo.

Clinked.com, una start-up di collaborazione aziendale con sede nel Regno Unito, ha da poco pubblicato un’infografica (qui sotto) in cui è emerso che il 75% delle imprese ha dichiarato che gli strumenti di collaborazione online saranno “importanti” o “abbastanza importanti” per la loro attività nei prossimi 12 mesi.

Collaboration-infographic

 

Il Fondatore di Clinked, Tayfun Bilsel, afferma che il suo team ha notato un cambio di atteggiamento nel corso del 2012:

“Abbiamo l’abitudine di trascorrere metà del nostro tempo ad educare i clienti sui vantaggi della collaborazione sociale. In questi giorni, le aziende si stanno avvicinando a noi con strategie ben definite per la riduzione delle spese generali e il collegamento remoto a gruppi di lavoro. Il mercato è cresciuto.”

Questi sentimenti sono simili a quelli di Aaron Levie, CEO di Box.com, che ha descritto come le start-up con soluzioni freemium e cloud-based, che funzionano anche in mobile, abbiano “fatto esplodere la dimensione del mercato della collaborazione aziendale“.

La rapida nascita (ed acquisizione) di start-up in questo ambito dimostra quanto grandi siano le opportunità offerte. Box.com stessa ha recentemente ottenuto altri $ 125 milioni di investimenti. Si tratta di un settore in rapida crescita che qualcuno ancora sottovaluta!

Ci sono diverse teorie che spiegano il motivo per il quale gli strumenti di collaborazione online stiano decollando sempre più. In primo luogo, la recessione, che costringe le aziende a fare di più con meno risorse a disposizione, in molti casi, per risparmiare o ridurre il numero di sedi fisiche.

In secondo luogo, con più di 1 miliardo di persone che utilizzano attivamente Facebook, abbiamo acquisito maggiore familiarità con i feed di notizie, i flussi di attività e @menzioni – tutte caratteristiche che accomunano le reti sociali aziendali.

nonna facebook

Infine, gli strumenti stessi sono migliorati. Molti servizi si integrano con Google Drive, offrono la sincronizzazione con i calendari di Google ed Outlook, e hanno applicazioni mobile per l’archiviazione sicura dei documenti. La maggior parte di essi è facile da installare e da utilizzare.

Detto questo, sembra che le aziende stiano finalmente optando per la collaborazione online, una notizia che sembra avere sia degli aspetti positivi, in quanto il mercato si sta evolvendo e dunque sarà possibile, grazie all’abbattimento dei costi, creare nuova occupazione e lavorare a distanza.

Per certi versi una notizia negativa, poiché andrà a scemare sempre più il rapporto umano tra colleghi e datori di lavoro. Voi che ne pensate? siete favorevoli alla collaborazione online?

Privacy Policy

Toweb.co (© ToWeb Srl) Via Merano, 18/A, 20127 Milano (MI) - Via Montanara, 124, 41049 Sassuolo (MO) info(at)toweb.co t. 05361815101